InfoCert lancia SecureDrive, la cassaforte digitale che strizza l’occhio

InfoCert annuncia SecureDrive, la soluzione di File Sync&Sharing (FSS) pensata per rispondere alle esigenze di Cloud Storage e Collaboration

InfoCert annuncia SecureDrive, la soluzione di File Sync&Sharing (FSS) pensata per rispondere alle esigenze di Cloud Storage e Collaboration di aziende e professionisti sempre più attenti alle tematiche di privacy, sicurezza e gestione delle informazioni sensibili.

SecureDrive è la cassaforte digitale che consente di memorizzare file e documenti elettronici in Cloud in maniera sicura e garantendo la riservatezza dei dati, grazie all’adozione dei più alti standard tecnologici di sicurezza e a condizioni contrattuali chiare e orientate alla tutela della privacy.

SecureDrive è stato progettato per permettere ai propri utenti di memorizzare, condividere e accedere in mobilità ai propri dati più importanti con semplicità, ma senza scendere a compromessi in termini di sicurezza.

image: http://www.channelbiz.it/wp-content/uploads/2015/02/Danilo-Cattaneo-DG-InfoCert-300×282.jpg

Danilo Cattaneo - Direttore Generale InfoCert

Danilo Cattaneo

Con SecureDrive è possibile memorizzare in Cloud i propri file e sincronizzarli con tutti i dispositivi dell’utente, in modo da averli sempre disponibili e aggiornati all’ultima versione non solo sul pc dell’ufficio ma anche sul pc di casa o sul proprio tablet o smartphone. Grazie alla sincronizzazione continua e al versioning dei documenti,SecureDrive consente inoltre di effettuare il backup dei dati eliminando il rischio di perdita dei file per guasto dell’hardware o per una modifica accidentale.
Il servizio di “Managed File Transfer” sicuro permette poi di condividere file con clienti e fornitori garantendo la confidenzialità delle informazioni e superando i limiti della email.

Ma SecureDrive è una soluzione “trusted”, che beneficia della garanzia di InfoCert, Ente Certificatore in Italia e Trusted Partner riconosciuto a livello europeo. Alla leggerezza e alla semplicità d’uso, indispensabili a una soluzione di Cloud sync&share, unisce infatti massimi livelli di sicurezza, garanzia del rispetto della privacy e completa integrazione con “trusted tools” di dematerializzazione quali PEC, Firma e Conservazione Digitale.
Per rendere il Cloud più sicuro, InfoCert utilizza una tecnologia brevettata che assicura completa integrità dei documenti e delle informazioni archiviate su SecureDrive – il brevetto industriale è registrato in Italia, Europa e Stati Uniti – rendendo i dati sicuri contro modifiche, cancellazioni o ripristino di backup non autorizzati.
All’interno di SecureDrive è disponibile un’area a sicurezza speciale: SecureVault. Tale area è protetta con un particolare sistema di cifratura “client-side”, che garantisce che i dati riposti al suo interno rimangano riservati non solo per gli utenti terzi, come accade comunemente con i servizi di Cloud storage, ma anche per InfoCert stessa. Imprese e professionisti hanno così la possibilità di portare in Cloud informazioni riservate e dati sensibili in piena tranquillità.
SecureDrive può essere adattato a molteplici esigenze. Ogni utente, ad esempio, ha a disposizione diverse opzioni d’accesso: l’interfaccia web, il client su desktop oppure una pratica App per IOS e Android. La versione per aziende, inoltre, consente di scegliere tipologia e numero di dispositivi da autorizzare all’accesso per ogni utente, nonché numero di utenze, ruoli e autorizzazioni.

image: http://www.channelbiz.it/wp-content/uploads/2014/11/storage@shutterstock-300×210.jpg

storage@shutterstockSecureDrive aggiunge nuove possibilità e funzionalità per realizzare soluzioni di digitalizzazione a norma sempre più innovative e accessibili per imprese pubbliche e private,
Grazie al componente Legalbus è possibile integrare il servizio con le altre soluzioni della piattaforma InfoCert quali Posta Elettronica Certificata, Strong Authentication, Fatturazione Elettronica, Firma e Conservazione Digitale.

“Quando si parla di soluzioni Cloud, nel mondo business le perplessità e i timori sono ancora molti e riguardano in particolare la perdita del controllo sui dati e le possibili falle nella sicurezza – commenta Danilo Cattaneo, Direttore Generale di InfoCertCon SecureDrive oggi vogliamo offrire ad aziende e professionisti una piattaforma realmente “trusted”, nella convinzione che un cloud sicuro, semplice e attento alle indicazioni normative, funzioni da facilitatore e acceleratore del business di aziende di ogni dimensione e professionisti di qualsiasi settore”.

Scopri di più su http://www.channelbiz.it/2015/05/14/infocert-lancia-securedrice-la-cassaforte-digitale-che-strizza-locchio-al-cloud/#Jf36hOXlJlLhCCXv.99